Tuesday, September 15, 2009

sospeso

se mi volete mi trovate qui

Saturday, July 04, 2009

la libertà fa paura

purtroppo la proiezione del documentario, a Rimini durante la manifestazione Assalti al Cuore, c'è già stata :(
L'Isola delle Rose rivive sullo schermo e riemerge nelle acque di Rimini | Bologna la Repubblica.it
Estate 1968. "L'Isola delle rose" è un sogno che l'ingegnere bolognese Giorgio Rosa coltiva da tempo, da almeno dieci anni, da quando con la moglie ha iniziato a progettare la piattaforma artificiale. I lavori di armamento sono durati diversi anni, nel 1967 l'apertura al pubblico. Questo è all'inizio l'Isola delle rose: un'attrazione turistica, facilmente raggiungibile dalla riva, visto che dista solo sei miglia, nemmeno dodici chilometri.

Finalmente Giorgio Rosa riesce a portare a compimento il suo piano: il 1° maggio 1968 l'isola artificiale dichiara l'indipendenza dallo Stato italiano; Rosa ne diventa presidente e sceglie l'esperanto come lingua ufficiale. Vengono coniati anche dei francobolli, che raffigurano lo stemma ufficiale dell'"Esperanta respubliko de la Insulo de la Rozoj", tre rose rosse.




, , ,



Powered by ScribeFire.

Wednesday, July 01, 2009

ci vogliono i soldi

"Ci vogliono i soldi, i soldi veri. E chi ce li ha, può."
Akille.net » Blog Archive » Ottanta
Insomma c’è questo servizio, e la chiusura è affidata alla giornalista che si affianca ad un signore, e gli chiede: “E lei, cosa farebbe con 80 milioni di euro?”
A quel punto il signore squadra la giornalista, la trova bionda, giovane e piacente, e afferma: “Le farei la corte.”
...
Improvvisamente, le risposte sulla fame nel mondo delle aspiranti miss Italia appaiono lontanissime e dignitose. Perché dietro quelle quattro parole, si staglia molto di più: per fare la corte ad una ragazza più giovane di te non ci vuole spirito, eleganza, savoir faire. Ci vogliono i soldi, i soldi veri. E chi ce li ha, può.




Wednesday, June 24, 2009

questo

questo è il paese in cui vivo

Mi addormento all'una, mi sveglio alle sei.
Sembrava avessero voglia di coinvolgermi nella discussione, soprattutto la barista che continuava a parlare guardando verso di me con un sorriso di sfida.
Ho proprio la faccia del nemico bolscevico.
Allora mi sono lasciato coinvolgere.
Dopo circa cinque minuti, mi hanno detto che parlavo troppo bene. Che si vedeva che avevo studiato, e che di conseguenza, non avendo mai lavorato in vita mia come D’Alema dovevo stare zitto. Oppure andare in Corea del Nord



Tuesday, June 23, 2009

ipse dixit

ah ecco, mi sembrava
' IL POLITICO NON HA UN PRIVATO' PAROLA DI AUGUSTO - Repubblica.it » Ricerca
abbiamo una classe politica nuova che non ha ancora assimilato il fatto che un politico è un uomo pubblico in ogni momento della sua giornata e che deve comportarsi e parlare come tal


pericolo

sta di fatto che la replica del ministro repubblica poteva pubblicarla, anche se non è obbligatorio per legge...

Da Bondi attacco a Repubblica "Un pericolo per la democrazia" - Politica - Repubblica.it
L'invettiva del ministro Bondi nei confronti di "Repubblica", ma più ancora della libertà di informazione, merita nella sua miseria roboante appena due righe di commento. Soltanto nel nostro Paese un ministro della Cultura può definire un giornale "un'insidia per la democrazia". Evidentemente nella sua concezione della democrazia che non prevede contropoteri e pubblica opinione, ma solo sudditi, la libera stampa rappresenta un'insidia. I cittadini sono avvertiti. Quanto all'accusa di ignorare le repliche vogliamo rammentare all'onorevole Bondi che l'obbligo ai giornali di pubblicare qualsiasi lettera di ministri non è stabilito per legge. Almeno per ora.




, ,

Saturday, June 20, 2009

lost in berlusconi



Lost In Berlusconi



, ,



Powered by ScribeFire.

Thursday, June 18, 2009

la mignottocrazia

Nichi Vendola: La crisi e le donne del premier (link a facebook)
Non è facile parlare in un Paese devastato dalla crisi, con le aziende che chiudono, con i docenti che saranno falcidiati dal taglio delle classi, con le aggressioni razziste che si susseguono, di Patrizia D’Addario.

O forse è troppo facile: i corrispondenti di metà del mondo sono in arrivo a Bari per narrare le gesta di chi sostiene di aver passato notti infuocate a casa del Presidente del Consiglio in cambio di denaro.
E’ troppo facile parlare di mignottocrazia quando all’orizzonte ci sono i referendum che un colpo mortale lo assesteranno (in caso di quorum) alle residue speranze di partecipazione e di democrazia sostanziale in questo Paese.

Poi le donne: Noemi, Veronica, Patrizia: tutte relegate al ruolo che compete loro nella società dei lustrini, delle vallette e delle veline.

Il caso della donna barese proiettata prima verso le feste di palazzo Grazioli, poi verso chissà quali letti e ancora, verso la lista elettorale “champagne” della Puglia prima di tutto è infatti un paradigma di quella lotta che si continua a combattere sul corpo delle donne.

Donne vivisezionate, usate, lasciate lì sullo sfondo come oggetti di cui liberarsi dai moralisti (maschi e con il potere) della domenica. I sepolcri imbiancati.
E i peggiori moralisti sono proprio quelli che di giorno invocano i valori della “famiglia” e di notte vanno a caccia per “soddisfare le proprie voglie, senza indagare se il/la concupito ha il cuore libero oppure ha moglie”.

Se solo De Andrè ci viene in soccorso in queste ore quando i giornali e le tv sono diventati succursali di riviste di gossip, oscurando – ad esempio – che Marchionne sta per chiudere gli stabilimenti Fiat di Termini Imerese e di Pomigliano – vuol dire che siamo proprio alla frutta.
Quella frutta che veniva servita con lo champagne sui vassoi dorati di palazzo Grazioli o di villa Certosa agli ospiti e alle ospiti in attesa dell’apparizione del Capo perché le danze partissero.


Sunday, June 14, 2009

maurizio!

A Tetris Talese lancia il libro e Gasparri se ne va: il video
Come noto Luca Telese offre la marchetta, gratuita, al libro scritto da Maurizio Gasparri dal titolo “Il viaggio del Popolo della Libertà” e per liberarsene lo lancia a terra non appena le telecamere staccano sull’ospite che tronfio si prepara a raccontare le meraviglie della sua ultima fatica letteraria. La reazione del presidenti dei senatori del Pdl è assolutamente ridicola: mentre tutti gli ospiti e il pubblico ridono di gusto, e nonostante Telese si scusi spiegando che il suo gesto è dettato semplicemente dal senso pratico (non ha un tavolo dove poggiare il libro), Gasparri si alza platealmente sfilandosi il microfono. Dopo aver dato del “nazista” al conduttore abbandona lo studio andando a dare la mano a tutti i collaboratori del programma che lo invitano a sedersi. Assolutamente da non perdere.






Gasparri si offende e dà del nazista a Telese (Tetris 11/06/2009)



, ,



Powered by ScribeFire.

Monday, June 08, 2009

Thursday, May 28, 2009

ma lo sa che è un pregiudicato?

ieri ho inserito il video dello "sclero" in diretta di bondi a ballarò, notandone il paraculaggine.
mi c'è voluto un giorno però per notare lo scandalo.
ovvero che bondi dice che il testimone non è attendibile perchè pregiudicato.
come se essere pregiudicati sia un problema per testimoniare, ma non per governare o ricoprire cariche pubbliche.
sto invecchiando.

Wednesday, May 27, 2009

eccellente

sandro bondi che sclera perchè gli parlano male del padroncino è sempre uno spettacolo



, ,



Powered by ScribeFire.

Monday, May 25, 2009

il corpo delle donne

L'indirizzo corretto del sito di cui parla l'articolo è questo: http://www.ilcorpodelledonne.blogspot.com

Rotto l'incantesimo del nuovo Don Rodrigo - Politica - Repubblica.it

Di recente Lorella Zanardo e Marco Maldi Chindemi hanno riunito in un documentario di 25 minuti le modalità ordinarie con cui il corpo femminile viene presentato ogni giorno e a ogni ora dalle nostre televisioni, con una ripetitiva estetica da strip club che le differenzia dalle altre televisioni occidentali non perché altrove manchino esempi simili, ma perché da nessuna parte si tratta come da noi dell'unico modello femminile proposto in tv. La visione di questa sequenza di immagini e dialoghi è davvero impressionante (consiglio di scaricarla da www. ilcorpodelledonne. com). Viene da pensare che nell'Italia clericale del "si fa ma non si dice" l'unico passo avanti compiuto nella rappresentazione della donna sia stato di tipo tecnologico: plastificazione dei corpi, annullamento dei volti e con essi delle personalità, fino a esasperare il ruolo subalterno, spesso umiliante, destinato nella vetrina popolare quotidiana alla figura femminile senza cervello. Cosce da marchiare come prosciutti negli spettacoli di prima serata, con risate di sottofondo e senza rivolta alcuna delle professioniste, neppure quando uno dopo l'altro si sono susseguiti gli scandali tipicamente italiani denominati Vallettopoli.

Wednesday, May 20, 2009

La Notte Bianca di Urbino, 22 Maggio 2009

Girodivite: La Notte Bianca di Urbino, 22 Maggio 2009
Venerdì 22 maggio la città ducale ospiterà la “Notte Bianca…intorno a Raffaello”, organizzata dal Comune di Urbino e dall’Associazione Urbinoteca, con la collaborazione dell’Associazione Ratafià, del Consiglio provinciale dei Giovani Eletti e di numerose altre associazioni giovanili, studentesche, culturali e di categoria. Una notte bianca sotto il segno di Raffaello, grande pittore urbinate, che ha in cantiere più di 50 eventi tra concerti, arte, performance, cultura, artigianato artistico, cucina dai diversi paesi del mondo, mostre e spazi espositivi, live dj-set e spazi multimediali.

Le iniziative partiranno dalle ore 18 e si articoleranno attraverso le piazze, le vie, i locali dell’intero centro storico cittadino, patrimonio dell’UNESCO. Nel corso della lunga notte rimarrà aperta la Mostra di Raffaello e si potranno visitare, gratuitamente, i principali siti e luoghi di interesse storico e culturale della città ducale. Sarà, quindi, un’occasione per vivere Urbino in maniera differente, per assaporare soluzioni culturali nuove, per offrire ai turisti la culla del Rinascimento sotto un’ottica innovativa, all’insegna del divertimento.

Urbino si prepara ad accogliere giovani, studenti e turisti per una notte speciale dopo il grande successo della Notte Bianca Interculturale del 2008 con più di 20mila presenze e dopo una condivisione di idee tra il Comune,che ha fortemente voluto l’evento, i giovani della città, gli studenti e le associazioni.

La Notte Bianca ha il Patrocinio della Provincia di Pesaro e Urbino, della Regione Marche e della Camera di Commercio di Pesaro e Urbino e come Media Partner Radio Veronica, Radio Urca e Open House

Saturday, May 09, 2009

puttaniere

Da un TG straniero (ovviamente)...
"spettatrice nega stretta di mano a berlusconi"




, ,



Powered by ScribeFire.

Thursday, May 07, 2009

forza ragazze!

Findomestic Cup A1, Finale 2, Francesca Ferretti

Findomestic Cup A1, Finale 2, Zé Roberto

Powered by ScribeFire.



diciamolo

dal blog di robba via sofri...
“Presidente, non è Veronica l’unica ad affermare che lei frequenta le minorenni, è Noemi stessa a confermarlo in un’intervista al Corriere della sera mai smentita (testuale: “Lo adoro. Gli faccio compagnia. Poi, cantiamo assieme. Lui mi chiama, mi dice che ha qualche momento libero e io lo raggiungo. Resto ad ascoltarlo. Ed è questo che lui desidera da me”)”

vabbè è quasi pedofilo, mica comunista... ecchessarà mai...



, ,

Wednesday, May 06, 2009

pene

L'espresso | Piovono rane » Blog Archive » Basta pagare di Alessandro Gilioli
A Vespa ha spiegato che alla festa per i 18 anni della figlia Barbara effettivamente non è andato, però l’ha «sostenuta finanziariamente», insomma l’ha pagata, e anche parecchio perché «gli invitati erano in maschera del ‘700 veneziano». Quindi la Lario non può rinfacciargli niente.

Ecco: l’uomo Silvio Berlusconi è tutto qui, non c’è bisogno di niente altro per raccontarlo. E’ la confusione totale dell’affetto con i soldi, è la convinzione gelida e deserta che questi possano, o forse debbano, sostituire i sentimenti e l’amore.

E’ incredibile: ha un patrimonio immenso ed è l’uomo più potente d’Italia, ma fa una pena tremenda.




,

Tuesday, May 05, 2009

io c'ero

la galleria completa è qui :)















, ,



Powered by ScribeFire.

va tutto bene

e non disturbate il manovratore

Terremoto, rabbia in Abruzzo "Sui soldi il governo mente" - cronaca - Repubblica.it
La luna di miele tra gli abruzzesi e Silvio Berlusconi ha subìto una prima e significativa increspatura. La lettura approfondita del decreto legge, e la verifica che i soldi all'Abruzzo in gran parte (4,7 miliardi di euro) saranno racimolati dall'indizione di nuove lotterie, dagli interventi sul lotto, e dai sempreverdi provvedimenti anti-evasione, soldi veri niente, e che in più le risorse saranno spalmate su un periodo lunghissimo (da oggi al 2033) hanno creato fremiti di rabbia prima isolati e poi sempre più partecipati.
Il tam tam ("Berlusconi ci inganna!") è iniziato sui blog. Prima Facebook e poi i partiti. Prima i conclavi nelle tende poi le riunioni istituzionali. Una giovane donna, Rosella Graziani, che sa far di conto, ha messo a frutto tutto il tempo ritrovato e fino alla settimana scorsa inutilizzato per radiografare il decreto legge e poi bollarlo in una lettera pubblica: "Mai nella storia dei terremoti italiani avevamo assistito a una ingiustizia tanto grande. Un cumulo di menzogne ha ricoperto L'Aquila più di quanto non abbiano fatto le macerie"


Monday, May 04, 2009

matematica

leggo qui sotto e mi viene in mente la barzelletta:
"Secondo un recente sondaggio il 20% degli italiani non sa la matematica"
"Cacchio, più della metà!"

Alto e coi capelli - manteblog
Dai numeri pubblici di questo sondaggio Berlusconi naviga nelle retrovie e nei sei paesi in cui è stato effettuato viaggia con una popolarità bassina, attorno al 17%. Solo in Italia tale valore si impenna arrivando al 38%. Che rimane però circa la metà di quanto da lui stesso millan dichiarato.




Powered by ScribeFire.

Sunday, May 03, 2009

cazzi suoi

Dopo l'addio di Veronica: "Adesso basta" Berlusconi: "Vicenda privata che mi addolora" - Politica - Repubblica.it
"Il divorzio di Berlusconi è una questione politica", dice Mario Adinolfi, membro della direzione nazionale del Pd. "Il presidente del Consiglio è accusato dalla persona che lo conosce meglio di essere un uomo che non sta bene, che va con le minorenni, un imperatore che in realtà è un uomo di cartapesta agli occhi di chi gli è stato vicino per trent'anni"...

Le critiche di Sgarbi. "Per il leader di un partito che sostiene la famiglia e i valori cristiani, il fallimento del proprio matrimonio è un fallimento politico" afferma Vittorio Sgarbi. "Capisco Berlusconi come nessun altro, ma esattamente per queste ragioni non mi sono mai sposato. Lui era divorziato e ha sposato Veronica in seconde nozze. Con questo fallimento, lo strappo di Veronica rispetto ai valori politici e morali di Berlusconi e rispetto alla difesa dichiarata della famiglia, Veronica si conferma come il vero capo dell'opposizione".




Powered by ScribeFire.

bud spencer blues explosion

già il nome del gruppo merita rispetto



Concerto 1 Maggio 2009 - Bud Spencer Blues Explosion





Powered by ScribeFire.

Saturday, May 02, 2009

sangue fresco

gli eels di quel pazzo furioso di mark everett stanno tornando!





, ,



Powered by ScribeFire.

Wednesday, April 29, 2009

bentornato

E' dai tempi dell'alabama che Ben Harper non faceva un bel disco, di quelli belli sul serio.
Finalmente pare essere tornato il sereno, e siamo tutti più contenti.




Ben Harper & Relentless 7 Live in Sydney 09 April 2009 'Fly One Time'





Powered by ScribeFire.

family day

Veronica una di noi

Lo strappo politico della first lady "Mio marito come Napoleone" - Politica - Repubblica.it
commentando la partecipazione del presidente del Consiglio alla festa di compleanno di una ragazza napoletana, Veronica Lario manifesta uno stupore che è una stilettata: "Che cosa ne penso? La cosa ha sorpreso molto anche me, anche perché non è mai venuto a nessun diciottesimo compleanno dei suoi figli pur essendo stato invitato"




, ,

Friday, April 24, 2009

non ce la faremo mai



questa è la mia, voi createvi la vostra!



, ,

Thursday, April 23, 2009

sciccherie

lusso, vanità... si caga solo a parigi!





un'altra marea di video la trovate qui! :)





Powered by ScribeFire.

se è bene per la fiat...

...è bene anche per l'italia :)

Ibrida si, ma in miniatura Ecco l'arma segreta Fiat - Motori - Repubblica.it
Per capire il discorso basta guardare come è fatta questa piccola ibrida: il segreto sta tutto nel cambio automatico a doppia frizione che ingloba al suo interno un piccolo motore elettrico, con batterie di nuova generazione agli ioni di litio e la possibilità di ricarica plug-in, ovvero da una presa di corrente. Sembra solo un prodigio della miniaturizzazione ma nasconde un enorme vantaggio: quello di poter montare questo sistema ibrido su qualsiasi macchina con grande facilità (subito è prevista la 500 ibrida), sia in fase di progettazione che di montaggio.




Friday, April 17, 2009

io non do nemmeno un euro

io, qui, oggi, mi sento italiano, povero tra i poveri, e rivendico il diritto di dire quello che penso.

"MA IO PER IL TERREMOTO NON DO NEMMENO UN EURO..." (di Giacomo Di Girolamo, redattore del Giornale di Sicilia) su Il mio . di vista
Non do un euro perché è la beneficienza che rovina questo Paese, lo stereotipo dell'italiano generoso, del popolo pasticcione che ne combina di cotte e di crude, e poi però sa farsi perdonare tutto con questi slanci nei momenti delle tragedie. Ecco, io sono stanco di questa Italia. Non voglio che si perdoni più nulla. La generosità, purtroppo, la beneficienza, fa da pretesto. Siamo ancora lì, fermi sull'orlo del pozzo di Alfredino, a vedere come va a finire, stringendoci l'uno con l'altro. Soffriamo (e offriamo) una compassione autentica. Ma non ci siamo mossi di un centimetro.

Io non do una lira. E do il più grande aiuto possibile. La mia rabbia, il mio sdegno. Perché rivendico in questi giorni difficili il mio diritto di italiano di avere una casa sicura. E mi nasce un rabbia dentro che diventa pianto, quando sento dire "in Giappone non sarebbe successo", come se i giapponesi hanno scoperto una cosa nuova, come se il know - how del Sol Levante fosse solo un' esclusiva loro. Ogni studente di ingegneria fresco di laurea sa come si fanno le costruzioni. Glielo fanno dimenticare all'atto pratico.

E io piango di rabbia perché a morire sono sempre i poveracci, e nel frastuono della televisione non c'è neanche un poeta grande come Pasolini a dirci come stanno le cose, a raccogliere il dolore degli ultimi. Li hanno uccisi tutti, i poeti, in questo paese, o li hanno fatti morire di noia.
Ma io, qui, oggi, mi sento italiano, povero tra i poveri, e rivendico il diritto di dire quello che penso.
Come la natura quando muove la terra, d'altronde.




, ,

Thursday, April 16, 2009

michè: faje er culo!

che qua si rischia di rimanere solo con vespa e striscia la notizia

Annozero sul piede di guerra, stasera puntata in trincea?
Cosa c’è da “riequilibrare” nella testimonianza di un terremotato che racconta dei ritardi nei soccorsi, dell’oggettiva realtà che la popolazione de L’Aquila e dintorni non fosse stata in alcun modo preparata ad affrontare le conseguenze di un terremoto nonostante vivano in una zona sismica? Come si “riequilibra” il racconto di un medico che riferisce dell’arrivo della Protezione Civile nella struttura a distanza di 9 ore dal sisma, senza l’attrezzatura per allestire un ospedale da campo?




Powered by ScribeFire.

Tuesday, April 07, 2009

earthquake revelator ++



Dalla mente geniale del tecnico specializzato del CNR Lorenzo Guidi, nasce oggi "Earthquake Revelator ++", l'ultimo prodigio della tecnica!
E' in grado di avvertire con precisione millimetrica la scossa di terremoto in tempo reale, sia di tipo ondulatorio che di tipo sussultorio, tramite il movimento delle due sottilissime bacchette "@Staedtler" poste all'estremità del congegno.



Disponibile anche in versione "Enhanced" con inserti in Gas Radon.
Deve essere vostro!

Si ringrazia per la preziosa consulenza tecnica il geometra Giampaolo Giuliani.



,



Powered by ScribeFire.

è colpa dei verdi

Le colpe del malpaese - cronaca - Repubblica.it
Con i 150 morti finora accertati, i mille e cinquecento feriti, i settantamila sfollati, i diecimila edifici crollati o danneggiati, il triste bollettino di guerra che arriva dall'Abruzzo interpella una volta di più le ragioni di un "ambientalismo sostenibile": cioè, pragmatico, costruttivo, effettivamente praticabile. Di fronte al primo cataclisma del nuovo millennio, quello schieramento composito e trasversale che vuole difendere l'immenso patrimonio naturale, storico e artistico dell'Italia dagli egoismi individuali, è chiamato a misurarsi più che mai con la sfida della concretezza. Superata l'era delle vecchie ideologie, rosse o verdi che fossero, ora c'è da impugnare la bandiera del realismo civile.


Monday, April 06, 2009

amen

Il terremoto sconvolge l'Abruzzo Crolli all'Aquila, 31 morti e 40 dispersi - Diretta - Repubblica.it
Il terremoto è un fenomeno imprevedibile, ma in una zona sismica basterebbe fare un'adeguata prevenzione affinché gli edifici non crollino. Lo ha detto il direttore dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), Enzo Boschi, presente al Comitato operativo della protezione civile riunito per il terremoto di questa notte.

Proprio quello a cui serviva il piano casa...

Thursday, April 02, 2009

arbitro cornuto!

al solito, siamo italiani :(

Pirlo Lippi tra jella e sindrome di imbattibilità - Repubblica.it
L'espulsione ha fortemente penalizzato l'Italia, è vero, ma come al solito, né più né meno come in campionato, guardiamo solo quello che ci interessa. Cannavaro doveva essere espulso in Montenegro, forse a Bari ci sarebbe stato pure un rigore a favore dell'Irlanda per un intervento di Buffon, ma noi guardiamo solo quello che ci interessa. Anche in Nazionale.




Wednesday, April 01, 2009

idola

Si debora, lasciamo a casa qualcuno!!!!



Debora Serracchiani - Ass Naz dei Circoli del Partito Democratico





Powered by ScribeFire.

Saturday, March 28, 2009

non crepare, stronzo

Quasi quasi muoio per farvi schifo | Il blog di lucacicca
In Italia ora non ti ci vogliono più far tornare alla casa del Padre.
Ti vogliono tenere inchiodato qui, al tuo letto di sofferenza, anche se non hai speranze e vivi soltanto perché ti hanno messo un tubo in culo, uno nel cazzo, uno nel naso ed uno in bocca.




Powered by ScribeFire.

Thursday, March 26, 2009

storie

Roberto Saviano a Che tempo che fa: la paura e il potere delle parole
Come quella del carabiniere di Marano (Napoli) Salvatore Nuvoletta (nessuna parentela col clan, anche se qualcuno lo ha infondatamente sostenuto), ad esempio, che minacciato dalla camorra ha deciso di rimanere in servizio, ed è stato ammazzato mentre aveva un bambino in braccio: quel bambino lo ha scalzato via violentemente, prima che gli sparassero. “Aveva sentito chiamare il suo nome, e quando gridano così il tuo nome sai che è l’ultima cosa che sentirai”, ha spiegato Saviano . E così almeno il bambino si è salvato. Nuvoletta aveva 20 anni: era il 2 luglio 1982.




, , ,

Monday, March 23, 2009

visto che insistete...



White Lies - Death

Monday, March 16, 2009

ma dove vivete?

leggo e volentieri ripubblico, perchè quando ci vuole ci vuole...



Bergonzoni ci fa, come sempre, riflettere tutti! caso Englaro

Powered by ScribeFire.



Sunday, March 15, 2009

zero



Yeah Yeah Yeahs - Zero



Powered by ScribeFire.

Saturday, March 14, 2009

che dio me la mandi buona



stasera al concerto degli ska-p a rimini!!!!



Powered by ScribeFire.

Monday, March 09, 2009

teribbile

Il coin-op doi Monkey Island 2 non si è mai visto :(





La Sierpe - Mandovai (Monkey Island Remix)



Powered by ScribeFire.

Sunday, March 08, 2009

oltre la mimosa c'è di più



Domani dicono che sia festa... prima o poi sarà davvero festa?
Eccola la realtà: in Italia più di 6 milioni e mezzo di donne ha subito una volta nella vita una forma di violenza fisica o sessuale, ci dicono i dati Istat e del Viminale che riportano un altro dato avvilente.
Le vittime - soprattutto tra i 25 e i 40 anni - sono in numero maggiore donne laureate e diplomate, dirigenti e imprenditrici, donne che hanno pagato con un sopruso la loro emancipazione culturale, economica, la loro autonomia e libertà. Da noi la violenza è la prima causa di morte o invalidità permanente delle donne tra i 14 e i 50 anni. Più del cancro. Più degli incidenti stradali. Una piaga sociale, come le morti sul lavoro e la mafia. Ogni giorno, da Bolzano a Catania, sette donne sono prese a botte, oppure sono oggetto di ingiurie o subiscono abusi. Il 22 per cento in più rispetto all'anno scorso, secondo l'allarme lanciato lo scorso giugno dal ministro per le Pari Opportunità, Barbara Pollastrini, firmataria di un disegno di legge, il primo in Italia specificatamente su questo reato ora all'esame in commissione Giustizia.




Powered by ScribeFire.

Saturday, March 07, 2009

The Arcade Fire - No Cars Go

...EH!




LIVE AT GLASTONBURY 2007



Powered by ScribeFire.

Monday, March 02, 2009

comunista cattivo

Per loro sei soltanto un pezzo di merda



Fonti: Il blog di lucacicca e YouReporter


Powered by ScribeFire.



Thursday, February 26, 2009

ozio




wolfango
 




Powered by ScribeFire.

Wednesday, February 25, 2009

nuculare, si dice nu-cu-la-re

attenzione: post volutamente senza maiuscole, senza puntinipuntinipuntini che vogliono dire tutto e niente e con sintassi sincopata

sabato scorso esco dallo spogliatoio del campo di calcetto e mi imbatto in un gruppetto di uomini di mezza età, apparentemente in attesa del secondo tempo di una partita di calcio dell'inter in tv.
siccome voglio particolarmente male a me stesso mi metto un attimo ad ascoltare e carpisco scampoli di conversazione, una cosa del tipo:
"poi da noi quei stupidi dei verdi han fatto il referendum sul nucleare e adesso siamo senza centrali, con la francia che tiene le sue a 50 km dal confine".
ovviamente la versione originale era "condita" con bestemmie e dialetti vari, ma il senso era quello.

ieri ascolto la radio e scopro che nel 2020 avremo quattro centrali nucleari belle fresche pronte per sfornare energia pulita e margherite al nostro bel paese, che evidentemente è il paese del sole proprio perchè a noi italiani ci piace conservarlo intatto, e non usarlo per produrre energia.

tornando a bomba all'argomento, faccio 2+2, e mi viene in mente che poco tempo fa, a tre chilometri tre dalla probabile residenza di quei signori impegnati in chiacchiere da bar, è sorto da un paio d'anni un comitato chiamato "ridateci la vita", che si propone di approfondire la vicenda relativa ad un traffico di rifiuti illeciti e l'eventuale contaminazione delle fabbriche.

e mi chiedo: chissà se quei quattro che vogliono la centrale atomica, la vogliono anche se gliela fanno di fianco a casa?
e il fatto che a 50 km dal confine ci sia un altro stato, in cui magari mettono a capo della centrale nucleare uno competente e non un incapace raccomandato politico, vuol dire qualcosa o no?

comunque nel 2020 avremo le nostre quattro centrali, mentre in un anno la spagna con l'eolico produce energia a manetta, posti di lavoro e non ha scorie da smaltire, che dieci anno dopo magari dovremmo dismettere perchè forse finisce il combustibile nucleare.

a pensarci bene: viva il nucleare; costa un botto farle, un botto dismetterle, e non si possono usare causa mancanza di benzina.
il business perfetto





,



Powered by ScribeFire.

Tuesday, February 24, 2009

ah ecco

infatti mi sembrava anche a me ma ora son più sicuro

Povia su Rai4: "Per fare figli non si viene dietro" (anteprima TvBlog)
“Non si deve fare ironia anche perché per fare i figli non si viene dietro. Possono dire quello che vogliono ma per fare figli non si viene dietro”




Powered by ScribeFire.

Friday, February 20, 2009

francia o spagna...

...purchè se magna.
come era ovvio, di pietro è come gli altri, con l'aggravante che è più rompipalle e sbiascica quando discorre.

La paghetta la diamo a tutti | Il blog di lucacicca
Ieri al Senato è stato votato all’unanimità (con la sola astensione dei due senatori radicali) l’emendamento che allarga la possibilità di ottenere i rimborsi elettorali anche ai partiti che non supereranno lo sbarramento del 4%.
I rimborsi verranno dati a tutti i partiti che supereranno il 2%.

Come detto, tutti favorevoli.
Anche l’Italia dei Valori.
Del resto Di Pietro si occupa soltanto della spartizione della RAI.


Wednesday, February 18, 2009

povia idolo

domanda: come vendere dischi a palate pur essendo incapace di cantare?
risposta: diventando l'idolo dei ciellini e dei talebani

Sanremo 2009 - La seconda puntata in liveblogging su TvBlog
Riecco Povia, il pubblico in sala gradisce in maniera “anomala” con tanto di battimano sulla strofa “rappata”. La canzone è bruttina, il testo di una banalità irritante, manca solo che Luca amasse i fiori e i fiorai quando era adolescente. Lui raccoglie l’applauso anticipato e abbandona il palco lasciando al suo posto il cartello “Nessuno ha sempre ragione”. Le polemiche gli stanno montando la testa.





, ,



Powered by ScribeFire.