Tuesday, September 11, 2007

V-DAY: my2cents...

Il v-day è passato, è stato un trionfo, è stato "giustamente" criminalizzato dai servi dei padroni, e direi inevitabilmente Grillo, che è già gasato di suo in abbondanza, sta postando a manetta nel blog spacciandosi come il nuovo vicerè di internet...
Ad ogni modo, io come già detto ci sono stato e ho firmato, ed effettivamente a Fano c'era gente in abbondanza, anche se personalmente le file di cui si parla in giro io non le ho viste.
Ho firmato essenzialmente per due motivi:
  1. Era ora di mandare un messaggio diretto alla "casta", e cosa c'è di più diretto di un vaffanculo?!
  2. Era giusto che un evento nato da internet e boicottato dai vendutissimi media tradizionali avesse successo.
Detto questo, ho firmato consapevolmente per proporre al parlamento una legge stupida, che spero i pochi parlamentari illuminati avranno il coraggio di bocciare sbattendosene del volere del popolo bue...

La legge prevede:
  • L’elezione diretta del candidato: cosa sacrosanta, talmente ovvia che solo un'idiota come berlusconi poteva toglierla nel partorire quell'aborto di legge elettorale con cui siamo andati a votare.
  • La non eleggibilità dei pregiudicati: è la cosa più scontata e qualunquista del mondo, e anche la più sbagliata; se uno è condannato deve stare in galera, se è libero ha tutto il diritto di presentarsi in parlamento e chiedere di essere votato. Se nella lista avevate un camorrista, perchè l'avete votato o avete scelto quella lista? Ci vuole tanto leggere i nomi prima di entrare nella cabina elettorale? Ma davvero andare a votare è diventato una specie di quiz pre-serale?
    Inoltre, e soprattutto, in parlamento c'è o c'è stata gente come Pannella che ad esempio è (forse) stato condannato per possesso illecito di droga, che non aveva portato in un festino stile UDC ma in piazza per una protesta anti-proibizionismo: insomma, ci sono reati e reati, ma la legge questo non lo distingue mica. Ad esempio, anche alle persone migliori del mondo può capitare di provocare un incidente in macchina, e l'esempio non è un caso, visto che si dice che lo stesso Grillo sia stato condannato per omicidio colposo...
  • Un massimo di due legislature: questa poi! Se uno sa fare bene il proprio lavoro, merita di continuare a farlo. Se invece è un incapace, i cittadini non lo votano e di legislature al massimo ne fa una sola. Punto.
In conclusione, e soprattutto, è giusto protestare, è giusto farsi sentire, è giusto incazzarsi, ma occhio ai facili profeti... urlare vaffanculo è in fondo abbastanza facile...


Technorati Tags: , ,

Powered by ScribeFire.

3 comments:

lucacicca said...

Credo che un condannato in via definitiva dovrebbe avere l'accortezza di non candidarsi; è una questione di buon senso e di decenza.
Comunque hai ragione, è sbagliato idealizzare una persona.
Riguardo alla condanna per omicidio colposo di Beppe Grillo, è vero; lo spiegò anche lui qualche tempo fa.
http://tinyurl.com/2ksjaf
Ne ha parlato a volte anche nei suoi spettacoli (almeno in quello che ho visto io...)

Diego said...

"dovrebbe avere l'accortezza di non candidarsi; è una questione di buon senso e di decenza"
Appunto, ma non di legge ;) E in ogni caso noi dovremmo avere l'accortezza di non votarlo.

martina said...

Credo, penso e spero che la maggior parte di coloro che hanno firmato la proposta di legge di Grillo, l'abbiamo fatto per dare una "scossa" alla marea di idioti che siedono in Parlamento più che per il contenuto della proposta in sè considerato. Non ci vuole molto a capire che la proposta così com'è formulata non ha nessuna possibilità di diventare legge.
Entrando nel merito: 1) i cittadini DEVONO poter scegliere il candidato e non semplicemente il partito o coalizione. 2) una legge che proibisca ai condannati in via definitiva per alcuni reati (ad es. corruzione) di entrare in Parlamento oppure che obblighi il candidato ad informare i cittadini di questa sua condanna, sarebbe buona cosa. Almeno se voto un criminale ne sono consapevole. 3) magari due legislature sono pochine...non fanno in tempo ad imparare dagli errori. Però mettere un limite di 3 o 4 ci eviterebbe persone ultra settantenni che hanno bisogno dell'assistenza anche per capire dov'è il bagno.

Il V-Day è stata una grande manifestazione del popolo. Se consideriamo che si è propagata solo con l'aiuto di internet, 300.000 firme sono tantissime!...è stato un successo e le critiche della "casta" (come la chiami tu) non fanno altro che confermarlo...! :-)